Charles de Granville



Calvados
 
 Bevetelo come più vi piace!

... Digestivo o Liquore ...
I Calvados di gran qualità
Lo Charles de Granville è un’acquavite che vanta un’eccellente qualità gustativa. Viene normalmente bevuto alla fine del pasto come 'liquore' o digestivo. I Calvados Charles de Granville Hors d'Age e 25 anni si sposano armoniosamente anche con diversi grandi sigari, in base al loro gusto speziato, vanigliato o di frutta candita.


Calvados
... Aperitivi e Cocktail ...

Gli Charles de Granville Fine e Hors d'Age possono essere bevuti come aperitivo con ghiaccio, ma sono anche eccellenti basi per cocktail di alta qualità. Si coniugano con naturalezza e in maniera molto armonica con succhi di pera e mela.

Esempio di cocktail

Cocktail Charles de Granville

Ingredienti (per 4 persone) :
- 1 mela
- 1 limone
- 6 cubetti di ghiaccio
- 10 cl di succo di mela
- 5 cl di Calvados Charles de Granville Fine
- 10 cl di crema di cassis
- champagne
- un po’ di ribes nero
- pezzetti di mela e d'ananas

Preparazione: Tagliare la mela a fettine sottili e cospargerla di succo di limone. Mettere da parte.
Mettere nello shaker 6 cubetti di ghiaccio, versare 10 cl di succo di mela, 5 cl di calvados e 10 cl di crema di cassis. Agitare 10 secondi.
Suddividere in 4 bicchieri da cocktail, poi riempire di champagne.
Cocktails originali al Calvados
Calvados
... La Grande Cucina ...

I Calvados Charles de Granville sono dei meravigliosi ingredienti da utilizzare nella grande cucina gastronomica. Esistono infatti numerose ricette di pietanze, salse e dessert. I connubi più felici riguardano la maggior parte degli ingredienti tradizionali, in primo luogo pere e mele (attenzione alla tenuta di cottura delle pere!), ma il Calvados Charles de Granville sarà un ingrediente di riferimento per salse che accompagnano l’arrosto di maiale al miele, la bistecca al roquefort, il magret d’anatra o i ventrigli d’anatra, ma anche astice o capesante!
E per finire, il Calvados Charles de Granville è la delizia di numerosi piatti e dessert flambé!



Il principio è sempre il medesimo: il Calvados Charles de Granville viene versato sul piatto caldo, si continua a far scaldare ancora il tutto per qualche secondo, perché il Calvados impregni gli alimenti dei suoi aromi, e per finire si fa il flambé.
Utile da sapere: da notare che buona parte dell’alcol contenuto evapora quando viene scaldato e quando viene infiammato; il piatto e il dessert risultano pertanto generalmente molto poco alcolici. Contrariamente ai cocktail, può essere consigliabile in cucina l’uso dei Calvados invecchiati, Granville 25 anni, 30 anni e i Granville millesimati, in quanto la forza e la ricchezza dei loro aromi riesce ad apportare una decisa aggiunta di gusto a quei piatti che si vogliono particolarmente articolati e saporiti. Si tratta in questo caso di vero lusso…

Connubio del Calvados Granville e della Grande Cucina 
 

Esempio di ricette
Terrina di capesante al Calvados Charles de Granville

Preparazione: 45 minuti
Cottura: 45 minuti

Ingredienti (per 10 persone):
- 600 g de filetto di merluzzo
- 500 g di capesante
- 300 g di gamberetti o gamberetti grigi
- 6 fette di pane
- 1 bicchiere di Calvados Charles de Granville Hors d'Age (con il 25 anni è un po’ un lusso, ma anche una vera meraviglia)
- 50 g di burro
- 2 tazze (25 cl) di latte
- 6 uova intere
- 6 cucchiai di panna acida
- 1 mazzetto di prezzemolo
- 2 litri di court bouillon di pesce
- sale e pepe
- 6 fogli di gelatina

Preparazione:
Affogare 5 minuti nel court-bouillon in ebollizione i filetti di merluzzo. Immergere la mollica del pane nel latte.
Scottare rapidamente le capesante nel burro.
Fare un battuto fine con il prezzemolo.
Passare al mixer il pesce con la mollica del pane sgocciolata per ottenere una farcia fine e omogenea.
Aggiungere il Calvados Charles de Granville, la panna acida, le uova, il battuto di prezzemolo, la gelatina ammollata, il sale e il pepe.
Amalgamare bene per ottenere una bella farcia verde chiaro e profumata.

In uno stampo da plum cake di pirex imburrato, stendere uno strato di farcia, uno strato di capesante, uno strato di farcia, uno strato di gamberetti, uno strato di farcia.
Comprimere al fine di evitare bolle d’aria tra gli strati.

Cuocere in forno a 180 °C a bagno maria, controllare che durante la cottura vi sia sempre acqua.
Lasciar raffreddare 12 ore nello stampo, poi tagliare a fette e comporre i piatti.

Servire con una chantilly al limone verde, sale e pepe.
  Calvados


Acquavite di mele